METAZA MPX-95 DPM. Il fotoincisore per la marcatura e la tracciabilità degli strumenti medicali.

Roland DG lancia il fotoincisore METAZA MPX-95 DPM, periferica per la marcatura di dispositivi medici, utensili e strumenti chirurgici.

MPX-95 incide in maniera permanente strumenti come bisturi e pinze, senza cambiare le proprietà del materiale. Grazie all’utensile con punta in diamante e alla forza d’incisione regolabile, permette la marcatura di diversi materiali: acciaio inossidabile, ferro, titanio, platino, oro, argento, ottone, rame, nickel e alluminio.

La marcatura con numeri seriali, simboli 2D o loghi permette di migliorare la tracciabilità degli utensili, riportando diverse informazioni come codice articolo, numero identificativo del lotto, numero di serie, disponibilità di magazzino e altro ancora.

MPX-95 DPM. Il fotoincisore per la marcatura degli strumenti medicali.

Yoshihiro Yazawa, Roland DG DPM Manager presso Easy Shape Business Development HQ, afferma: “Gli organismi di regolamentazione mondiale stanno cercando di organizzare un sistema che permetta una gestione efficace e sicura degli strumenti medici, in grado assicurare la sicurezza dei pazienti riducendo i rischi d’infezione. Da settembre 2014, la FDA ha introdotto negli Stati Uniti la normativa UDI (Unique Device Identification), che richiede marcatori specifici per questi dispositivi. Una normativa simile sarà presto adottata anche in Europa e in Asia nel corso dei prossimi anni”.

MPX-95 DPM permette di creare rapidamente codici a barre in formato 2D DataMatrix secondo gli standard GS1*, marcando la superficie degli strumenti medici. I punti di marcatura rimangono perfettamente leggibili per tutto il ciclo di vita del prodotto, senza rischi di corrosione.

Una base removibile permette la marcatura di strumenti medici e apparecchiature industriali di grandi dimensioni, mentre un puntatore laser permette di definire il punto di origine del lavoro con precisione. In questo modo, anche gli operatori meno esperti sono subito operativi senza una formazione specifica.

Il DPM kit è incluso e comprende: una morsa bloccante, una morsa autocentrante mobile, tappi di riscontro per superfici piatte o sferiche, perni di bloccaggio e software per generare codici identificativi unici per ogni strumento. Entrambe le morse permettono il posizionamento e il bloccaggio ottimale degli strumenti, per permettere al puntatore laser di definire l’area di incisione con la massima precisione.

Scopri di più

* Il GS1 Data Matrix è uno standard per i simboli 2D stabilito dall'organismo internazionale per i codici a barre, i simboli e il trasferimento di dati elettronici. Serve per dare a produttori di attrezzature elettroniche e strutture mediche un linguaggio comune in grado di trasmettere diverse informazioni: codice articolo, limiti di utilizzo, numero identificativo del lotto, numero di serie e altre informazioni, leggibili utilizzando uno scanner speciale.