Roland DG stampa il mondo del “Made in Italy”

fashion_day.jpg

La prima edizione del Fashion Day organizzato da Roland DG e Cosmob, con il patrocinio della Regione Marche non ha deluso le attese.

Lo scopo di questa giornata dedicata agli operatori del “Made in Italy” era mettere in connessione imprenditori, esperti di settore, istituzioni, giovani e tecnologie digitali. Far scoprire le tante opportunità di business che possono nascere unendo la manualità tipica dell’artigiano alla flessibilità delle periferiche digitali Roland DG: obiettivo pienamente raggiunto.

Le piccole e medie imprese che operano nel settore del tessile, moda, calzatura e arredo della Regione Marche si trovano a competere su un mercato dinamico e sempre più esigente, in cui tutto ruota intorno alla personalizzazione.

Ogni elemento è studiato e progettato nei minimi dettagli: forme, materiali, colori e texture costituiscono un valore aggiunto per ogni prodotto. Le tecnologie digitali permettono di rispondere a questa esigenza, mantenendo gli standard di qualità che hanno reso i prodotti italiani famosi in tutto il mondo.

Largo al digitale

Le potenzialità produttive delle periferiche Roland DG sono state dimostrate in real time. Gli studenti dell’Istituto Italiano del Design di Perugia e dell’Accademia Sartoria e Design Grenna di Rieti hanno trasformato i tessuti stampati con le stampanti sublimatiche Texart in veri abiti. Delle modelle hanno poi indossato le creazioni realizzate per uno shooting fotografico.

Le periferiche desktop VersaUV LEF-20, LEF-300 e la stampante flatbed LEJ-640F hanno personalizzato pelle, ecopelle, legno e altri materiali con texture ed effetti rilievo, mostrando agli operatori tante nuove soluzioni da realizzare.

Incisori e modellatori hanno dimostrato i diversi campi di applicazione del digitale nella personalizzazione dell’accessoristica moda.

Stefania Cimino, President e CEO Roland DG Mid Europe conclude: “Fashion Day è stata una giornata unica. Abbiamo coinvolto le imprese del territorio che operano nel mondo del tessile, designer, atelier e, soprattutto, giovani dall’anima digital. Il nostro obiettivo era quello di farli contaminare gli uni con gli altri, utilizzando le nostre tecnologie digitali per ispirare la nascita di tante idee creative dalle quali possano svilupparsi nuove opportunità di business”.

Guarda le foto