Artigiani Tecnologici. Kickstarter sbarca in Italia.

La notizia era già nell’aria ma l’annuncio ufficiale è stato dato soltanto ieri. Kickstarter sbarca finalmente in Italia. La più grande piattaforma di crowdfunding al mondo consentirà ai creativi italiani di trovare nuovi finanziatori per i propri progetti. Una vera e propria rivoluzione digitale e un’opportunità concreta per i nostri Artigiani Tecnologici.

Kickstarter. L'home page banner di oggi dedicato all'Italia.

Le origini di Kickstarter

La volontà di organizzare un concerto ma non avere i soldi per farlo. La soluzione? Creare un sito internet e iniziare una colletta per raccogliere i fondi necessari. Il concerto viene organizzato e Yancey Strickler, Perry Chan e Charles Adler lanciano Kickstarter, la migliore innovazione del 2010 a detta del Time.

Yancey Strickler, Ceo di Kickstarter

Yancey Strickler, Ceo di Kickstarter (Foto: Wired)

Una nuova opportunità per Artigiani tecnologici

Tutti possono investire su Kickstarter. Non tutti possono caricare un progetto. Almeno fino a ieri. Da oggi anche i residenti in Italia possono utilizzare la piattaforma per raccogliere nuovi finanziamenti, utilizzando direttamente il proprio conto corrente (in precedenza potevano farlo utilizzando conti correnti americani o inglesi).

Un’opportunità che vogliamo segnalare ai nostri Artigiani Tecnologici. Volete realizzare un nuovo prodotto ma non avete abbastanza fondi da investire. Non avete tempo di cercare investitori. Caricate il vostro progetto e la community Kickstarter farà il resto!

 

Come funziona?

Il crowdfunding è la nostra classica “colletta”. Solo che da oggi si è spostata online. Su Kickstarter i creativi possono trovare potenziali finanziatori. Un video presenta il progetto. Si fissa il budget necessario e in quanto tempo si vuole raggiungere.

Non è tutto. Vanno decise anche le giuste revenue in base al budget investito: 1 like su Facebook, una cartolina di ringraziamento, il primo CD autografato, l’anteprima del prodotto. Massima liberta e fantasia. In base al “ritorno”, i potenziali finanziatori scelgono quali progetti finanziare e quanto denaro investire. Facile e veloce, soprattutto.

Kickstarter. Come iniziare un nuovo progetto.

Tutto o niente

Prendere o lasciare. La filosofia di Kickstarter è molto semplice. Innovatori, artisti, creativi e musicisti d’Italia possono caricare le proprie idee. Se un progetto raggiunge il goal i “backers” pagano la quota investita al momento della scadenza. Se il target non viene raggiunto, nessuna somma viene addebitata ai finanziatori. Tutto molto semplice.

 

Parliamo di numeri

In totale, dalla piattaforma con base a New York sono sbocciati oltre 86mila progetti. Dischi di musicisti in erba. Nuove linee di abbigliamento. Oggetti di design e altro ancora. Quasi tutti prodotti originali e innovativi. 1,6 miliardi di dollari di finanziamenti. Un network di circa 9 milioni di persone nel mondo. Non male per una piattaforma nata solo 6 anni fa.

Charles Adler, Perry Chen e Yancey Strickler, cofondatore, presidente e Ceo di Kickstarter

Charles Adler, Perry Chen e Yancey Strickler, cofondatore, presidente e Ceo di Kickstarter (Foto: Wired)

Alcuni progetti finanziati.

Nato per la musica, Kickstarter è perfetto anche per la tecnologia digitale. Basta pensare ad alcuni dei progetti che sono nati negli ultimi anni proprio grazie a questa piattaforma di crowdfunding: il lettore musicale di Neil Young, il drone che ti segue ovunque, il frigorifero portatile Coolest Cooler e tantissimi altri.

 

Un nuovo strumento di finanziamento che Artigiani Tecnologici, Maker e Startupper devono sicuramente sfruttare per cercare di realizzare le proprie idee creative.

Tante novità sull'argomento in arrivo per te! Contattaci subito