Elementi di comunicazione per Artigiani Tecnologici. La Strategia Creativa.

Dopo il post dedicato a come impostare una campagna pubblicitaria, vediamo ora come applicare una strategia creativa alla campagna stessa.

 

La Strategia Creativa

La fase più complessa di una campagna pubblicitaria è la strategia creativa, cioè l'ideazione di un tema e del suo tonoFase in cui “le parole fanno l'amore con l'immagine”, come diceva il grande Jacques SeguelaL'obiettivo è differenziare sul mercato l'oggetto della nostra comunicazione attraverso l'originalità e l'amplificazione del suo valore aggiunto.

dem_roland_hammer_xf-640.jpg

 

Il team

Quest’attività è gestita dal direttore creativo di un'agenzia di comunicazione e si avvale del lavoro del copywriter (che si occupa della parte scritta) e dell'art director (che realizza l'immagine). Art director e copywriter formano la cosiddetta “coppia creativa” che, seguendo le indicazioni del direttore creativo, si impegna a generare idee.

E' un lavoro di gruppo, condiviso nei brain-storming”, dove le idee fluiscono liberamente senza limitazioni. Idee che successivamente vengono riordinate e selezionate per procedere all'elaborazione di “headline” (meglio conosciuto come slogan) da parte del copywriter e di “visual” (l'immagine) da parte dell'art director.

dem_roland_hammer_vsi.jpg

 

Creare la headline

Creare un headline significa “saper dipingere con le parole”, avere una precisa conoscenza del loro significato e del loro valore sociale. Utilizzare i modi di dire, avere il talento di creare nuove metafore chiare e credibili attingendo ad un campo retorico predefinito (argomento trattato nel post dedicato al contenuto).

 

Il visual

Il visual è frutto dell'immaginazione unita ad una profonda cultura dell'immagine. Dell'ispirazione tratta dalla storia dell'arte. Del saper gestire in modo funzionale iconografie, caratteri, colori (argomento trattato nell'articolo sulla forma).

campagna_pubblicitaria-rt640_0.jpg

 

Approccio all'idea

Le idee possono essere approcciate dal punto di vista del prodotto (si concentra sulle sue caratteristiche - comunicazione “product oriented” - tendenzialmente tecnica) o del consumatore (si focalizza sul vantaggio che riceve - comunicazione “consumer oriented” - spesso emotiva).

Non c'è una regola per quanto riguarda la nascita di un'idea: si può essere ispirati da una frase o da un'immagine. Ma c'è una regola fondamentale e imprescindibile: che l'una faccia da cassa di risonanza all'altra per far sì che il messaggio sia il più efficace possibile.

 

Vuoi sapere di più su questo argomento? Scrivici subito e ti risponderemo immediatamente! E non perderti il prossimo post sul copywriting!

Articolo a cura di Tiziano Bollettini, direttore creativo di Hammer.