Elementi di comunicazione per Artigiani Tecnologici. La struttura.

Seconda parte dedicata agli elementi di comunicazione per Artigiani Tecnologici. Nel primo post abbiamo affrontato il tema della sintesi. Oggi invece parliamo della struttura!

Pensate ad un'automobile: tutto ciò che vedete, in realtà, è perfettamente ancorato e collocato in posizioni definite ad un telaio invisibile ai vostri occhi. Questo accade anche per un progetto grafico di un marchio, un manifesto, un depliant o qualsiasi altro supporto di comunicazione.

Significa che qualsiasi progetto ha necessità di una struttura che definisce, per esempio, il percorso di una linea per la costruzione di un marchio o il posizionamento degli elementi grafici all'interno di una pagina pubblicitaria.

Per capire meglio il concetto, andiamo nel pratico e proviamo a costruire insieme la struttura di una pagina pubblicitaria, prendendo appunto in considerazione un formato A4.

Punto 1

Create una cornice che definisca una linea di confine, oltre la quale,non devono essere collocati gli elementi grafici, a meno che non venga deciso di posizionarli al vivo della pagina. Personalmente, fisso questa misura a 1 /1,5 cm dal bordo.

Punto 2

Suddividete la pagina in 4 parti uguali, così da individuare la linea di centro verticale e orizzontale. Più si suddivide ulteriormente lo spazio, più si hanno punti di riferimento per collocare in modo corretto gli elementi.

Punto 3

A seconda degli elementi da collocare, suddividere, ulteriormente, la pagina in colonne, lasciando sempre una ragionevole distanza l'una dall'altra (5 mm è ragionevole).

Punto 4

Ora la struttura portante è pronta per essere utilizzata e riempita degli elementi tipici di una pagina pubblicitaria, ovvero:

  • "Headline” (conosciuto anche come “slogan” o “claim”) è il titolo ed è la frase che identifica il nostro messaggio.
  • "Visual” è l'immagine ed è la rappresentazione visuale del messaggio.
  • “Bodycopy” è il testo e fornisce le informazioni sul soggetto del messaggio.
  • “Packshot” è l'immagine del soggetto.
  • “Firma” è il marchio, logotipo o logo dell'azienda.
  • “Payoff” è la frase conclusiva che definisce la “mission” dell'azienda.

 

La collocazione degli elementi grafici è importante in relazione alla loro corretta percezione. Quindi il consiglio è cercare di seguire e rispettare allineamenti e distanze tra gli elementi.

Ovviamente, stiamo considerando una struttura di base che può subire variazioni per un maggiore impatto visivo e espressivo o un affinamento stilistico. Un esempio?  Ecco la prima campagna pubblicitaria realizzata nel 2006 da Hammer per Roland DG. Riuscite ad individuare tutti gli elementi grafici? 

Vuoi sapere di più su questo argomento? Scrivici subito e ti risponderemo immediatamente! E, non perderti il prossimo post sulla forma!

 

Articolo a cura di Tiziano Bollettini, direttore creativo di Hammer.