monoFab ARM-10. Il processo di stampa 3D con ARM-10.

Negli ultimi tempi, l’attenzione intorno alla stampa 3D è cresciuta sempre di più. Speciali in tv, articoli di giornali e approfondimenti dedicano sempre più spazio a questa nuova tecnologia. Per questo motivo, oggi vogliamo spiegarvi il processo di stampa della nostra stampante 3D ARM-10.

La nuova stampante 3D di Roland monoFab ARM-10

 

Partiamo dall’STL

Tutto parte da un file STL (Stereo Lithography interface format). Il primo passo per realizzare un oggetto 3D è creare questo file. Da dove iniziare? La risposta a questa domanda è semplice: internet. Sul web sono disponibili tantissimi modelli pronti per essere scaricati e stampati.

Se si vuole creare qualcosa di personale e unico, le strade da percorrere sono altre. Sfruttando i diversi software CAD disponibili in commercio, si possono trasformare le immagini bidimensionali in un file che può essere letto dal software CAM utilizzato dalla nostra ARM-10, il monoFab Player AM.

Oltre ai software CAD, anche la scansione tridimensionale permette di ottenere un buon modello di partenza in formato STL.

Il software CAM monoFab player AM

 

monoFab player AM

Dopo aver realizzato il nostro bel file STL, non ci resta che importarlo su monoFab player AM. monoFab Player AM è molto intuitivo e guida l’utente passo dopo passo, permettendo anche a chi si avvicina per la prima volta al mondo del 3D di ottenere dei buoni risultati.

Il software corregge automaticamente gli errori e le imperfezioni nel file di partenza, ottimizzandolo per la stampa 3D. Dopo aver scelto la posizione di stampa, il software genera automaticamente i supporti che sorreggeranno il nostro oggetto durante il processo di stampa. L’operatore può anche impostarli manualmente, ma se non si è molto esperti in materia, basta affidarsi al software.

monoFab player AM permette di definire anche diversi parametri come l’altezza del layer, che influenzeranno la risoluzione e la qualità dell’oggetto stampato. Conclusi tutti i passaggi, non ci resta che lanciare la stampa.

La stampa 3D con ARM-10

 

Si stampa!

ARM-10, la nostra stampante 3D, sfrutta il processo di stereolitografia e polimerizzazione UV. Grazie ad un sistema di proiezione stratificato, il file STL di partenza viene riprodotto strato dopo strato. Sfruttando la luce emessa da un proiettore UV-LED, la resina imageCure® si polimerizza, diventando semitrasparente.

Dopo diverse ore di lavoro, il nostro modello può essere rimosso dal piatto e lucidato con alcool isopropilico, ottenendo così il nostro oggetto 3D.

 

Scarica la versione integrale dell’intervista al progettista dell'ARM-10 Keigo Okusa!

Vuoi altre informazioni sulla nuova stampante 3D di Roland? Scrivici subito per saperne di più!