Strategie web per Artigiani Tecnologici. L' e-mail marketing.

Torna, dopo la sosta natalizia, la rubrica sulle risorse che il web mette a disposizione degli Artigiani Tecnologici per promuovere la loro attività online.

Nei post precedenti abbiamo parlato di strategie web, di SEM e SEO e di article marketing. Oggi, invece, vediamo insieme l'e-mail marketing, cioè la comunicazione tramite mail alla nostra clientela o a quella potenziale.

Come al solito, i nostri articoli sono tagliati su misura per i nostri Artigiani Tecnologici e non hanno pretese di esaustività. In questo modo, chi lo desidera potrà approfondire personalmente questi argomenti in un secondo momento.

La guida al WEB di Roland è un pratico manuale per Artigiani Tecnologici

Comunicazione su misura

Quando si ha un prodotto, un servizio o una consulenza da proporre alla clientela, è fondamentale che il messaggio sia indirizzato alla persona giusta. Non solo. È importante che sia ricevuto correttamente o solletichi un'esigenza, evidente o latente. Una comunicazione appunto, su misura.

Inviare comunicazioni a pioggia e sperare di trovare qualcuno interessato è uno spreco di energie che è meglio evitare. Infatti, anche noi reagiamo negativamente alle tante e-mail che ci arrivano e che magari ci fanno solo perdere tempo, intasando la nostra casella mail.

L'ideale sarebbe comunicare solo con le persone giuste. Raggiungere direttamente proprio chi ha bisogno di quel prodotto e venderglielo. Questo è il nostro ideale.

L'e-mail marketing è uno strumento che ci permette di profilare la nostra comunicazione, differenziarla ed inviarla alle persone interessate. Utilizza le mail come mezzo di comunicazione diretta. Professionalmente le chiamano DEM: direct email marketing. Detto con parole un po' più semplici: ricerche di mercato e strategie di vendita attraverso le email.

Cosa occorre per fare e-mail marketing? Un database e un sistema di invio mail. Oltre che, ovviamente, il giusto contenuto. Vediamo meglio questi aspetti.

 

Email marketing, marketing diretto.

Il punto iniziale della nostra strategia comunicativa con l'e-mail marketing è avere un database d’indirizzi di persone o aziende che pensiamo essere interessate a quello che facciamo. Se lavoriamo nel campo dell'interior design o della decorazione, sarà necessario aver un elenco di architetti, designer e vetrinisti della nostra zona. Se la nostra specialità è decorare automezzi, potrebbe essere interessante avere sottomano l'elenco dei carrozzieri, autosaloni e negozi di tuning.

I database sono il tesoro delle aziende. Sono i clienti che serviamo, quelli che ci hanno contattato per un'informazione, un preventivo o persone che abbiamo conosciuto in qualche attività che abbiamo fatto sul territorio. Se siamo sprovvisti di database? Niente paura, si possono anche acquistare. Altro consiglio è quello di prendere un piccolo software di gestione clientela, chiamato in gergo CRM, per gestire i nostri nominativi. Nella rete ce ne sono diversi, anche gratuiti, a misura della nostra necessità.

Il database va curato, aggiornato e pulito, per evitare di portarci dietro dati inutili ed obsoleti. Le azioni di contatto via mail ci permettono di vedere se i nostri nominativi sono ancora attivi oppure no.

Le DEM sono un pratico strumento di marketing

Come inviare?

Esistono principalmente tre metodi per gestire le nostre mailingIl primo è quello di avere noi una piattaforma d'invio mailing (tipo Mail Up o Mail Chimp). Queste piattaforme permettono di gestire il messaggio, la composizione grafica e, una volta finito, caricare il nostro database per l'invio, gestendo poi i ritorni, le mail non valide, gli indirizzi errati, le cancellazioni e le statistiche.

Il secondo è quello di chiedere ad aziende strutturate per questo servizio (come Bussinessfinder o Addressvitt), di mettere a disposizione il loro database e le loro competenze. Questo servizio è interessante quando non si hanno nominativi oppure si vuole comunicare ad un pubblico diverso da quello standard. Queste aziende gestiscono i risultati e, solitamente, a fine invio realizzano un report con tutti i dati e le loro considerazioni.

Il terzo è di lavorare con un'agenzia web di vostra fiducia, che gestisce la grafica, il messaggio (o vi aiuta a linearizzarlo), l'invio e le cancellazioni, producendo un report finale. Il vantaggio? Avere la massima flessibilità, perché potrete costruire il servizio in base alle vostre esigenze.

L'aggiornamento dela database è fondamentale per raggiungere il nostro target finale

Cosa inviare

Una semplice mail di testo, un'immagine o un mix delle due cose. L'importante è far in modo che il nostro invio generi un'azione da parte del ricevente e, quindi, un contatto. Ecco perché è molto importante inviare il messaggio giusto alle persone a cui vogliamo rivolgerci. L’obiettivo? Fare in modo che i nostri contatti lascino un recapito o chiedano di essere ricontattati, in modo da poterli poi richiamare senza disturbare.

Di solito, si invia una prima email, poi una seconda e via di questo passo. Per ogni invio si misurano le reazioni del ricevente. Oggi ci sono diversi strumenti statistici che consentono di verificare il comportamento di chi riceve il nostro messaggio: se lo apre, quanto tempo rimane su quella pagina, su quali link clicca ecc.

In base a queste misurazioni, si corregge il messaggio (grafica, testo, link) e il nostro database viene di volta in volta scremato e aggiornato. In questo modo, è possibile conoscere gli utenti e inviargli un messaggio ad hoc, chiaro e preciso: so che hai bisogno di questo prodotto, eccolo!

Per questo, la prima fase di studio e ricerca occupa molto tempo, ma è ripagata da un risultato quasi esatto.

La costruzione del messaggio è un aspetto in cui vale la pena investire. Identificato il nostro pubblico di riferimento, costruiamo il messaggio, mettendoci dal punto di vista di chi riceve, non dal nostro.

Un esempio? Restando nel campo della decorazione di automezzi, è inutile scrivere “uso di vinile cast con laminazione”; meglio utilizzare “materiali di qualità con protezione antigraffio”, e via di questo passo. Ma di questo, parleremo in un prossimo post.

 

Vuoi sapere di più su questo argomento? Scrivici subito e ti risponderemo immediatamente!

Seguite la rubrica in esclusiva su questo blog non perdetevi i prossimi post! 

Articolo a cura di Norz Web Marketing