Strategie web per Artigiani Tecnologici. Le Keyword.

Quinto appuntamento con i post dedicati agli approfondimenti web per Artigiani Tecnologici. Parliamo di keyword o parole chiave.

Le keyword sono una o più parole (es. “stampa” o “stampa digitale”) utilizzate dall'utente per effettuare ricerche in internet. Più parole vengono scelte (es. “stampa poster roma”) e più la ricerca è mirata. Se la ricerca è mirata, l'utente ha serie intenzioni di compiere un'azione, come per esempio comprare il prodotto. Vale quindi la pena di soffermarci su questo aspetto delle attività di SEO (Search Marketing Optimization): le keyword, ovvero le parole chiave.

La guida Web di Roland è scaricabile direttamente sul Roland Social Shop

 

Keyword

Abbiamo già parlato di keyword quando abbiamo trattato il SEM e i Motori di Ricerca. L'utente, per trovare contenuti online, interpella il motore di ricerca. Digita una o più parole che meglio rappresentano ciò che sta cercando e aspetta che il motore gli restituisca una lista quanto più pertinente alla sua ricerca. In gergo si dice che l'utente effettua una query.

Per chi ha un proprio sito, la domanda da porsi è: con quali parole (keyword) digitate dall'utente voglio essere trovato? Con quali parole voglio comparire nella lista dei motori di ricerca?

Pensate al vostro sito, al vostro business e stilate delle keyword. Le keyword devono essere pertinenti, competitive, specifiche. Vediamo queste caratteristiche nello specifico.

Le keyword sono importantissime per una corretta strategia di Web Marketing

 

Le caratteristiche delle keyword

  • Pertinenza - Le parole che sceglieremo come keyword saranno semanticamente pertinenti con i contenuti del sito. Non possiamo scegliere la keyword “vino” se vendiamo scarpe. Ovvio! Se approdiamo su un sito di scarpe, ma quello che cerchiamo è vino, non solo ce ne andremo immediatamente, ma sarò anche infastidito. Può accadere che leghiamo quel senso di fastidio al marchio delle scarpe in questione, e ciò è controproducente. E' vero anche che ci sono parole molto digitate e quindi capaci di generare più traffico di altre. Ma non è una motivazione valida per usarle per il nostro sito. Il punto da chiarire è: qual è l'obiettivo? Ricevere molte visite? O ricevere anche solo una singola visita ma mirata? Meglio poche visite ma da parte di utenti interessati realmente ai miei prodotti. È importante che l'utente approdi su una pagina che corrisponda alle sue aspettative di ricerca. Quindi keyword e pagina web devono avere una certa corrispondenza.

  • Competitività – Analisi dei competitor. Prima di scegliere le parole chiave, è buona pratica controllare come sono posizionati i siti concorrenti. Si va a verificare, tra le keyword possibili, quali sono le più usate e quali meno. Se è vero che quelle più digitate generano più traffico, è vero anche che siti già ben posizionati con quelle parole esistono già. A volte, tentare di fronteggiare una concorrenza troppo forte è un’inutile perdita di risorse, meglio cercare strade alternative. Per esempio puntare su altre keyword, meno digitate ma prive di concorrenza. L'obiettivo è quello di trasformare utenti in clienti e non quello di avere tanti utenti e nessun cliente.

 

  • Specificità. È aumentata la percentuale di chi effettua ricerche digitando più parole, come, ad esempio "stampa digitale corso di formazione milano”. Perché? Perché gli utenti sanno quello che vogliono e desiderano andare dritti al sodo: trovare immediatamente quello che cercano. Un utente che sa quello che vuole compie un’azione, come ad esempio iscriversi ad un corso. Un utente indeciso vaga, gira, si fa un'idea e non compie nessuna azione. Quale utente state cercando?

Le keyword sono uno degli elementi di una buona strategia di web marketing

 

Ora che ho le mie keyword, cosa faccio?

Ottimizzate le vostre pagine web con queste keyword pertinenti, competitive e specifiche. Inserite le keyword nei testi del sito. I testi non riguardano solo i contenuti testuali del sito, ma tutti i testi che compaiono e partecipano alla costruzione della pagina web: dalla URL al nome delle immagini, passando per i tag e descrizioni testuali.

Andiamo per ordine. Il motore di ricerca bruca la pagina web e la “legge”. Solo attraverso la lettura può capire di cosa tratta un sito, perché il motore di ricerca non vede le immagini, non guarda i video, non ascolta la musica e non riconosce loghi. Il motore di ricerca può solo decodificare codici: numeri e caratteri alfabetici.

Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i testi che compongono il sito. meta tag (tag title, tag description... ) riguardano il codice HTML con il quale sono descritte le pagine del sito. Occorre precisare che la tendenza comune dei motori di ricerca è quella di dare sempre meno importanza ai meta tag, e più ai contenuti scritti presenti nel sito.

La URL del sito è uno dei primi testi che il motore di ricerca prendere in considerazione. Scegliete per il vostro sito, o per le pagine interne, un nome che contenga keyword rilevanti.

Se inserite immagini, video e audio nelle pagine web, nominate questi file con parole pertinenti anche per il sito. S’incappa spesso nell'errore di caricare file nominati con stringhe di lettere e numeri insignificanti. Date un nome ai vostri file e affiancate loro didascalie, titolo e breve descrizione.

Ovviamente anche i testi del sito (presentazione azienda, articoli di approfondimento, comunicati stampa, descrizioni prodotti ecc.) dovrebbero contenere parole chiave e semanticamente pertinenti.

Se viene svolto un buon lavoro, costante nel tempo, le parole che emergeranno saranno proprio le keyword scelte da noi e il motore di ricerca identificherà la nostra pagina web soprattutto con quelle.

 

Vuoi sapere di più su questo argomento? Scrivici subito e ti risponderemo immediatamente!

Seguite la rubrica in esclusiva su questo blog non perdetevi i prossimi post! 

Articolo a cura di Norz Web MarketingPer ulteriore approfondimenti vi consigliamo di consultare: Social Bookmarking e Article Marketing